LE VILLE LARIANE

  • 08:45 AM
  • 02 39321300

In battello da Como, costeggiando le sponde del lago potremo ammirare le ville che raccontano la storia di uno degli angoli più belli della nostra Regione. Visiteremo Villa Carlotta a Tremezzo e Villa Melzi D’Eril a Bellagio. L’escursione prevederà una sosta nei pressi di Bellagio per il pranzo in un ristorante dove potremo gustare prodotti della cucina tradizionale.

1

Villa Carlotta

Tremezzo si affaccia all’acqua con basse case a portici in uno dei punti più suggestivi del Lario, dietro strette gradinate salgono verso le case aggrappate alla montagna. Alla fine dell’abitato, sul lago, si trova la sontuosa Villa Carlotta, nome dovuto a Carlotta che la ricevette come dono di nozze da sua madre, principessa Marianna di Prussia. La villa costruita in forme barocche ai primi del ’700, è alla sommità di un bellissimo giardino terrazzato ricco di oltre 500 specie di piante favorite nella fioritura dalla dolcezza del clima. Nel giardino troviamo pergolati di agrumi, siepi di camelie, 150 varietà di azalee, rododendri, piante tropicali, la valle delle felci australi, palme, cedri, il giardino di bambù e conifere secolari. Al suo interno la villa accoglie opere d’arte di immenso pregio. La serra utilizzata in inverno per gli agrumi è stata trasformata in un interessante museo degli antichi attrezzi agricoli.

Foto of Ian Kenn by Flickr

Villa Olmo – Como

Villa costruita nel 1787 su un vecchio monastero francescano, passò, alla morte del cardinale Durini, alla famiglia Porro Lambertenghi. Qui vi soggiornò, con mansioni di precettore per i figli del proprietario, Silvio Pellico, prima della sua prigionia per motivi politici. Venne poi acquistata dai Visconti che ospitarono grandi scrittori come Berchet, Giusti e Manzoni.

Villa Erba – Cernobbio

Villa dell’Ottocento, inizialmente voluta dalla famiglia Peluso, che già possedeva la confinante Villa d’Este, passò poi a Luigi Erba, fratello ed erede di Carlo Erba, uno dei maggiori industriali farmaceutici dell’epoca. La villa fu poi ereditata dalla figlia Carla, che sposò a Cernobbio il duca Giuseppe Visconti di Modrone. Fu la dimora nei mesi estivi anche del noto regista Luchino Visconti, figlio di Carla. A villa Erba, ormai non più di sua proprietà, Luchino Visconti tornò negli ultimi anni e lì ultimò il montaggio del film ”Ludwig”.

Villa D’Este – Cernobbio

Gerardo Landriani Capitani, Vescovo di Como costruì qui un convento femminile nel 1442, presso il torrente Garovo. Un secolo dopo, il Cardinale Tolomeo Gallio lo demolì e commissionò all’architetto Pellegrino Tibaldi la costruzione di una residenza per uso personale. La Villa del Garovo, unitamente ai lussuosi giardini, fu costruita negli anni dal 1565 al 1570 e, mentre il cardinale era in vita, divenne il luogo di vacanze di politici, intellettuali ed ecclesiasti.

Villa Pliniana – Torno

“il rumor della spumante acqua ne invita, e il nobile edifizio, e più il miracol del fonte venerabile per la memoria, che ne fecero i nostri due Plinj”. La villa, citata da Shelley e Stendhal, porta questo nome perché sembra che qui sorgesse nell’antichità la dimora di Plinio il Vecchio e Plinio il Giovane e perché in questo luogo si sarebbe trovata la fonte da loro descritta. Incastonata nella montagna sulle rive del lago, offre al viaggiatore un’immagine romantica e nel contempo austera. Tra il XVIII e il XIX secolo fu tappa di politici e artisti: Giuseppe II, Napoleone, Stendhal, Alessandro Volta, Bellini, Rossigni, Byron, Foscolo e Fogazzaro, che in questo luogo trasse l’ispirazione per il suo romanzo Malombra, da cui poi fu tratto il film di Mario Soldati del 1942 girato nella villa stessa.

Villa Melzi D’Eril – Bellagio

Costruita nel primo decennio dell’800 per Francesco Melzi D’Eril, duca di Lodi e vice presidente della Repubblica Italiana con Napoleone. Fu la sua dimora estiva dalla fine della sua carriera politica fino alla morte. L’architettura è neoclassica e visi annoverano dipinti, sculture e decorazioni attribuibili a pittori come Appiani, Bossi, scenografi come Sanquirico e scultori come Canova, Comolli e Marchesi.

Foto of Cristina Corti by Flickr


PROGRAMMA DEL 29 ottobre 2013

Programma: percorso riservato agli associati di “Percorsi e Sapori” che hanno sottoscritto la quota associativa annuale (€20 e valida fino al 31/12/2014)

Data percorso domenica 29 ottobre 2013

Ritrovo alle ore 8,45 a Como in P.zza Cavour pontili del lungo lago e inizio navigazione.

Visite con guida a Villa Carlotta e Villa Melzi D’Eril

Quote di partecipazione al raggiungimento di 40 partecipanti € 95,00

In caso di mancato raggiungimento del quorum, verrà effettuata una quotazione sul numero effettivo di partecipanti.

La quota comprende:

  • Navigazione Como/Tremezzo/Bellagio/Como
  • Visite guidate a Villa Carlotta e Villa Melzi D’Eril
  • Pranzo presso ristorante nei pressi di Bellagio

 

 

 

Programma realizzato con la collaborazione dell’agenzia

     VIAGGI RONCHI SNC  – Dal 1907 nel mondo

Via Lungo Lario Trieste 10

22100 Como



to Top